Puteolana, buu razzisti contro l'Afro: gara a porte chiuse. Inibito il presidente Casapulla fino al 24 febbraio
Il pubblico presente al Chiovato di Baia contro l'Afro Napoli United

Puteolana, buu razzisti contro l’Afro: gara a porte chiuse. Inibito il presidente Casapulla fino al 24 febbraio

(CFS) POZZUOLI – Come purtroppo abbiamo annunciato con un nostro articolo la scorsa settimana i buu razzisti della partita di Coppa Campania contro l’Afro Napoli United sono costati caro alla Puteolana 1902. Il Giudice Sportivo della Figc Campania ha comminato un’ammenda di mille euro e l’obbligo di disputa a porte chiuse della prossima gara interna, con effetto immediato. Inoltre, è stata inibito fino al 24 febbraio 2020 il presidente Emanuele Casapulla. 

LE MOTIVAZIONI SULLA GARA A PORTE CHIUSE “Rilevato che i propri sostenitori assumevano il comportamento irriguardoso e altamente razzista a seguito di numerosi ululati rivolti nei confronti della squadra avversaria ed, in particolare poi, di un tesserato (Fernando Arrulo n.d.r.); rilevato altresì che tale atteggiamento veniva perpetrato nel secondo tempo e determinava la sospensione temporanea della gara per due minuti; rilevato inoltre che ripresa la gara, i medesimi tifosi insultavano l’arbitro e l’intera categoria arbitrale, commina alla società Puteolana 1902 l’ammenda di euro 1.000,00 (mille/00) nonché la sanzione relativa allo svolgimento della prossima gara casalinga a porte chiuse con effetto immediato, vi è più in considerazione della mancata collaborazione da parte dei dirigenti della squadra locale finalizzata a ricondurre i toni nell’ambito del corretto confronto sportivo. Infine, i sostenitori della squadra locale attingevano più volte con sputi il direttore di gara“.

LE MOTIVAZIONI DELL’INIBIZIONE AL PRESIDENTE EMANUELE CASAPULLA “Inibizione a svolgere ogni attività fino al 24 febbraio 2020 per aver, con comportamento irriguardoso nei confronti del direttore di gara, usato toni minacciosi e assunto atteggiamento minaccioso nei confronti di un tesserato della squadra avversaria, tentando più volte di colpirlo senza tuttavia riuscirvi“. (CFS) 

Questo slideshow richiede JavaScript.