Flash News

Quarto, c’è il fanalino di coda Mari. Capitan Zinno: “Il 1° posto? Noi ci crederemo fino alla fine”
Roberto D'Auria, bomber del Quarto autore dei due goal

Quarto, c’è il fanalino di coda Mari. Capitan Zinno: “Il 1° posto? Noi ci crederemo fino alla fine”

(CFN) QUARTO – Il successo di domenica scorsa in casa della Frattese ha riaperto il discorso per la promozione diretta in serie D in casa biancazzurra. Sono sei i punti che separano i flegrei dalla compagine di Frattamaggiore ma con gli scontri diretti a favore. E quando mancano cinque giornate al termine della regular season per il Quarto si è aperto uno spiraglio. “E’ stata una vittoria stupenda per noi che abbiamo voluto e cercato ad ogni costo – ha affermato il capitano dei biancazzurri Riccardo Zinno -. Penso che abbiamo fatto la gara perfetta perché oltre alle due reti abbiamo anche avuto almeno altre tre nitide occasioni da rete. Il rammarico maggiore adesso? Beh, sicuramente quella sconfitta interna con il Miano quindici giorni fa: oggi quei tre punti significherebbero tantissimo ma il calcio è anche questo è noi lo accettiamo. Comunque, non era facile batterli anche perché loro non attraversavano un buon momento ma penso che il Quarto domenica abbia dimostrato di essere un gruppo compatto e di potersela giocare alla pari di chiunque”. In questo fine settimana per i ragazzi guidati dal tecnico Ciro Amorosetti c’è il fanalino di coda Mari al Giarrusso. “La loro posizione di classifica non deve trarci assolutamente in inganno – dice il capitano dei biancazzurri -. Noi siamo chiamati a confermare quello che di buono abbiamo fatto nell’ultimo turno e non possiamo assolutamente sbagliare. Penso che ci sarà da sudare le proverbiali sette camicie per riuscire a batterli: il Mari è una formazione composta per lo più da giovani, percui, è una squadra sbarazzina e che non ha più nulla da perdere. Proprio queste sono le partite più difficili e da non sottovalutare perché sono un’arma a doppio taglio”. Nella sfida contro i partenopei sarà assente Aprile, per squalifica, mentre, rientra Pirozzi. “Noi ci crederemo fino alla fine al primo posto sennò altrimenti giocheremo i play off – dice Zinno -. E penso che per una neo-promossa come noi è un risultato di prestigio, perché siamo una squadra giovane composta da pochi esperti della categoria”. Un anno da ricordare in casa Quarto oltre alle vittorie anche le esperienze con la visita della Nazionale di Prandelli al Giarrusso, dell’udienza dal Papa e non ultimo del Premio Bearzot ritirato appena una decina di giorni fa a Coverciano. “Diciamo che questo è il proseguo della passata stagione con la vittoria nella finale con la Frattese – conclude Zinno -. A 36 anni pensavo di non riuscire più a vivere emozioni del genere ed, invece, sto vivendo una seconda giovinezza e, poi, come si dice in questi casi l’appetito vien mangiando”. (CFN Sport)

 

Così all’andata………….

MARI       0
QUARTO 4

MARI: Fratellanza, Riccio, De Biase (15’st Perna), Battaglia, Di Palma, Battistelli, Di Lorenzo, D’Ambrosio (29’st Formisano), Borrelli, Di Fenza (10’st Piccolo), Improta. A disp.: Ruggiero, Terracciano, Pandolfi, De Filippo All.: Castellano
QUARTO: Navarra, Santangelo (43’st Sica), Esposito, Andreozzi, Pirozzi, Zinno, Marigliano, Gaveglia, D’Auria, Pirone (41’st De Gennaro D.), Tucci (43’st Orlando). A disp.: Iengo, De gennaro P., Ucciero, Fusco All.: Amorosetti
ARBITRO: Mazza di Torre Annunziata
RETI: 1’st e 24’st Tucci, 9’st Pirone, 41’st D’Auria.
NOTE: Spettatori 50 circa. Ammoniti: Santangelo, Zinno e Riccio.

 

Gli ultimi cinque turni di campionato dei biancazzurri

26° Quarto – Mari F.C.
27° Neapolis – Quarto
28° Quarto – Virtus Carano
29° Sibilla – Quarto
30° Quarto – Procida