Rifiuti pericolosi allo Scalandrone e sul lago Fusaro. Il commissario ordina la rimozione immediata

Rifiuti pericolosi allo Scalandrone e sul lago Fusaro. Il commissario ordina la rimozione immediata

(CFN) BACOLI – Il commissario straordinario Tarricone del comune di Bacoli ha firmato due ordinanze per l’eliminazione di due pericoli per la salute pubblica rilevate una dai tecnici del comune di via Lungolago e l’altra dalla Guardia di Finanza di Baia. La prima arriva dopo una segnalazione telefonica la quale evidenziava che ai bordi dello specchio acqueo del lago Fusaro c’era un grosso accumulo di contenitori di plastica, cassette di legno ed altro materiale di risulta. Oltre ad un bacino di acqua stagnante da dove proveniva un olezzo insopportabile e irrespirabile. La seconda, invece, a seguito di un’attività investigativa contro i reati ambientali eseguita dalla Guardia di Finanza di Baia, diretta dal comandante Francesco Allodi. Le fiamme gialle rilevano in un appartamento e nel cortile annesso di una zona dello Scalandrone uno stoccaggio abusivo di rifiuti in una proprietà privata. Un ingente massa di rifiuti sparsi. Materiale come trapani, apparecchiature elettriche ed elettroniche fuori uso, saldatrici elettriche, taglia erba, telefonini, batterie varie, parti di ricambi di veicoli, indumenti usati, pneumatici. Il tutto sarà, poi, verbalizzato e analizzato da due tecnici dell’Arpac che ne classificheranno la pericolosità dei rifiuti. In entrambi i casi il commissario straordinario Tarricone ha emesso due distinte ordinanze che ne indicano l’immediata rimozione dei due stoccaggi di rifiuti abusivi. (CFN) 

Commenti