Flash News

Salvatore Morelli, precursore del Diritto di Famiglia, divorzio e parità
Salvatore Morelli

Salvatore Morelli, precursore del Diritto di Famiglia, divorzio e parità

(CFN) POZZUOLI – Sabato 9 maggio sarà la giornata dedicata a Salvatore Morelli, scrittore, patriota e uomo politico morto e sepolto nel 1880 a Pozzuoli.

Dal suo paese di origine, Carovigno in provincia di Brindisi, sabato mattina giungerà una delegazione di studenti per depositare, sulla tomba del cimitero di via Luciano, una corona in sua memoria. Poi, presso nella la sede del Polo Culturale, a palazzo Toledo, alle 11:30, si terrà un convegno dal titolo “Salvatore Morelli: per un dimenticato”, nel corso del quale sarà presentata la ristampa della monografia di Irma Melany Scodnik. Interverranno l’assessore alla Cultura del Comune di Pozzuoli, Franco Fumo, la direttrice scientifica del Polo Culturale Maria Teresa Moccia Di Fraia, il professor Vincenzo Adinolfi, l’avvocato Maria Luisa Adinolfi e lo storico del Risorgimento Nicola Terracciano.

Morelli fu parlamentare per quattro legislature, dal 1867 al 1880, durante le quali presentò e illustrò sette proposte di legge per la riforma del Diritto di Famiglia, cento anni in anticipo rispetto alla riforma del 1975. Infatti la riforma Morelli aboliva la posizione dell’uomo come capo famiglia, stabilendo la parità tra i coniugi, con inclusa l’assunzione del doppio cognome, e introduceva il divorzio. Nel 1875, inoltre, presentò con un apposito disegno di legge la richiesta del diritto di voto per le donne. Morì in miseria a Pozzuoli (all’epoca non esisteva il vitalizio parlamentare), dove si trova tutt’ora la sua tomba.

Prima della partenza, per gli ospiti, nel pomeriggio, ci sarà anche occasione per visitare il Rione Terra.(CFN)