Scuola Vittorio Emanuele, ritornerà ai ragazzi dopo 15 anni

Scuola Vittorio Emanuele, ritornerà ai ragazzi dopo 15 anni

(CFN) POZZUOLI – Sono trascorsi ben 13 anni da quel novembre 2002 quando venne sgomberata per problemi di staticità che emersero dalla campagna di sopralluoghi dei fabbricati scolastici avviati in tutta la città all’indomani della tragedia di San Giuliano di Puglia dove perirono 26 bambini di una scuola elementare. Fu proprio Vincenzo Figliolia, sindaco al primo mandato da pochi mesi, a firmare l’ordinanza di sgombero per la Vittorio Emanuele. Al centro anche di una trentennale vicenda fra Comune di Napoli e Comune di Pozzuoli finalmente, entro breve tempo, ritornerà al suo splendore grazie ai lavori di ristrutturazione nell’ambito del Progetto PIU Europa per un ammontare di circa 4 milioni di euro.

BR_00
Scuola Vittorio Emanuele

Per avviare i lavori, però, il Comune di Pozzuoli ha dovuto impugnare l’atto di alienazione del Comune di Napoli che ne era il proprietario. Nel contempo il Comune di Pozzuoli ha fatto valere il proprio diritto di prelazione avendola gestita e manutenuta da sempre. Il Comune di Napoli l’aveva posta in vendita prima per 600mila euro poi successivamente fu messa all’asta per al prezzo di 1milione e 800mila euro senza darne notizia all’Ente di via Tito Livio che l’ha sempre gestita.
Ultimo problema da risolvere è stato quello del figlio del custode, frattanto deceduto, a cui il Comune di Pozzuoli ha dovuto riconoscere un indennizzo per affinché lasciasse la pericolante struttura e consentire l’apertura del cantiere che prevede il recupero strutturale, la riqualificazione energetica ma anche la messa a norma con il rifacimento totale dell’impiantistica, l’abbattimento delle barriere architettoniche, il ripristino igienico-sanitario e tutto quanto necessario per l’adeguamento funzionale dell’edificio.
Alla fine, l’istituto che risale alla metà dell’ ‘800, tronerà ad ospitare i ragazzi delle elementari di Arco Felice che potranno contare su 14 le aule, palestra, refettorio ed uffici: nel seminterrato palestra con spogliatoi e refettorio; al piano rialzato 8 aule con servizi, sala docenti e personale; al primo piano 6 aule, servizi e uffici.

La vicenda del Vittorio Emanuele ha avuto un percorso simile a quello della Domenico Fatale di via Napoli – ha dichiarato il sindaco Vincenzo Figliolia – In pratica ce ne siamo occupati inizialmente durante il mio primo mandato da sindaco, poi per dieci anni nessuno se ne è interessato e oggi siamo riusciti finalmente a sbloccare quest’altra importante opera per la città. Grazie al comodato d’uso ventennale ottenuto dal Comune di Napoli, proprietario dell’immobile, i lavori partiranno in tempi utili e tra non molto Arco Felice riavrà la scuola che ha sempre rappresentato un importante punto di riferimento per gli abitanti della zona” ha concluso il sindaco.
Il termine dei lavori, che dureranno poco più di un anno, è previsto per la primavera 2017, in tempo per la tornata elettorale.(CFN)