“Sei un nero di m…”, episodio razzista al Torneo di San Gennaro contro un atleta del Basket Giugliano

(CFS) POZZUOLI – Si sarebbe dovuto disputare in tutt’altra atmosfera il quarto torneo di San Gennaro organizzato al palazzetto “Errico” di Pozzuoli dal Flavio Basket che mai si sarebbe aspettato un episodio di razzismo in casa propria. Fino alla prima finale l’atmosfera è stata esattamente quella di un torneo amichevole, una celebrazione del basket regionale che, però, è terminata nel peggiore dei modi visto il brutto epiteto attribuito ad un giocatore.

EPISODIO RAZZISTA In campo a disputare la finale 1°/2° posto vi erano il Basket Casapulla e il Basket Giugliano e proprio un giocatore di quest’ultima formazione, Raul Lazaro Diaz, è stato apostrofato e gravemente offeso da un avversario della formazione casertana. La partita è stata immediatamente sospesa per volontà della dirigenza del Basket Giugliano in primis quella del signor Di Lorenzo che ha fatto abbandonare il campo ai suoi ragazzi manifestando profonda indignazione per l’accaduto, anche il Basket Casapulla ha lasciato subito il campo per non fomentare il clima già particolarmente teso. Diaz si è mostrato molto amareggiato tanto che ha commentato l’episodio sul suo profilo Facebook: “Essere chiamato negro di m…. da un altro giocatore mi mancava. Io non posso far altro che ringraziare i miei compagni di squadra per il supporto dentro e fuori dal campo e per averlo fatto presente a tutti. È un evento che descrivere squallido è poco”.

CASAPULLA SI DISSOCIA La dirigenza del Basket Casapulla si è dissociata dal comportamento tenuto dal suo giocatore e si è pubblicamente scusata, sia sul campo che successivamente, cercando anche di porgere le proprie scuse direttamente a Diaz che però non si è lasciato avvicinare da nessun componente del team avversario. Questo quanto riportato sulla pagina ufficiale del Basket Casapulla: “In merito agli avvenimenti di ieri sera durante il torneo “San Gennaro” di Pozzuoli, la società Basket Casapulla si dissocia e condanna completamente l’epiteto rivolto da un suo tesserato nei confronti del tesserato avversario, Raul Lazaro Diaz. Siamo contro ogni forma di razzismo e discriminazione e questi sono avvenimenti che fanno male allo sport e non ne rispecchiano il senso, che come società condanniamo. Ci preme porgere ufficialmente le nostre più sentite scuse al giovane atleta”. Entrambe le società si sono scusate anche con il Flavio Basket Pozzuoli, organizzatore del torneo, per il pessimo epilogo dell’evento. Da parte sua, la società flegrea porge le proprie scuse all’atleta vittima dell’insulto e si dissocia dall’accaduto nonostante la propria estraneità ai fatti. (CFS – Martina Costantino))