Spiagge rifiuti zero. Dai lidi del litorale Domitio l’impegno a differenziare

Spiagge rifiuti zero. Dai lidi del litorale Domitio l’impegno a differenziare

(CFN) GIUGLIANO – I lidi del litorale Domitio, aderenti ad Assobalneari, si impegnano a differenziare i rifiuti. Il Progetto GARDA (gestione autonoma rifiuti differenziati e affini), infatti, prevede la raccolta differenziata dei rifiuti e il riutilizzo dei materiali consentendo un conferimento in discarica minore con benefici per gli imprenditori che potranno usufruire di tariffe più contenute ma anche per l’ambiente.
Primo dei lidi a dare l’esempio è stato il Lido Sirene.
Un obbiettivo raggiunto grazie ad una sentenza ottenuta da Assobalneari Confapi che sancisce il diritto di pagare all’ente locale un tributo più basso per chi differenzia e riutilizza privatamente i rifiuti.
In qualità di titolare del Lido delle Sirene sul litorale di Castelvolturno, Cècoro si vide proibire la raccolta differenziata e intimare dai commissari prefettizi e dai funzionari comunali l’obbligo di conferire i rifiuti alla ditta incaricata dal Comune,  il cui servizio era ed è tuttora insufficiente e la differenziata ferma al misero 10%.
A seguire l’esempio di Antonio Cècoro, presidente di Assobalneare Confapi e titolare del Lido Sirene sono stati i lidi La Sirenetta, La Selvetta, Il Gabbiano, Barracchino Rosso, Onde Blu che hanno stipulato le convenzioni con una ditta specializzata che procede alla raccolta e al riutilizzo.
Il progetto Garda, ideato dal professore Stefano Tonziello di Legambiente, e intitolato “Rifiuti Zero per Davvero” rappresenta un modello applicabile anche a interi condominii e gruppi di aziende riaprendo o spinoso capitolo del costo di smaltimento divenuto oramai insostenibile per la maggior parte delle attività.(CFN) spiagge