Stadio Vezzuto-Marasco, lunedì gara juniores e campo chiuso. Marasco: "Nella nostra gestione mai accaduto"
Franco Marasco, vicepresidente della Flegrea Calcio

Stadio Vezzuto-Marasco, lunedì gara juniores e campo chiuso. Marasco: “Nella nostra gestione mai accaduto”

Riceviamo e pubblichiamo

(CFS) MONTE DI PROCIDA. Sembra un paradosso, ma dopo anni di “buona condotta” e di rispetto dello sport prima e degli ospiti poi la struttura “Vezzuto-Marasco”, prima della nuova assegnazione, non ha mai conosciuto chiusura. Mai è stato negato l’accesso al campo per chiusura ed assenza degli addetti.
Ed invece tutto ciò è diventato realtà. Un’amministrazione che ha fatto il tutto ed il contrario di tutto affinché l’impianto sportivo fosse sottoposto a nuovo bando e fossero create le condizioni affinché la gestione venisse praticamente tolta all’ASD Monte di Procida Calcio, non può permettersi il lusso di fare queste mere figure.
Una struttura sportiva va affidata per essere utilizzata e sfruttata in tutte le sue potenzialità. E se il “Vezzuto Marasco” fino a qualche mese fa era considerato uno dei gioielli della Campania calcistica, gran merito bisogna riconoscerlo a chi quell’impianto l’ha reso tale, attraverso migliorie, ma soprattutto attraverso un utilizzo oculato ed una gestione eccellente.
Invece si permette all’attuale gestore di tenere l’impianto CHIUSO nonostante in programma ci fosse una gara ufficiale (Campionato Regionale Juniores, Puteolana 1902 – Casavatore). Gli ospiti e i direttori di gara hanno atteso invano i 45 minuti regolamentari nella speranza che qualcuno concedesse loro l’accesso allo stadio. Invece nessuno, un dirigente, un custode, un addetto e addirittura la squadra “di casa” (se tale possiamo definirla) si sono intravisti, senza addirittura lasciare o rendere noto un avviso dell’avvenuta assenza.
Una negligenza grave, che sottolinea ancora una volta, qualora ce ne fosse stato bisogno, l’unico intento di vedere l’ASD Monte di Procida lontano da quel terreno di gioco, nonostante fosse una storica associazione locale ben radicata sul territorio, al di la degli ottimi risultati sportivi.
Tutto ciò ci lascia davvero basiti, e non rappresenta affatto il senso di sportività e di rispetto altrui. Valori che abbiamo sempre professato e praticato da sempre. Durante la nostra gestione un episodio simile non è mai stato registrato”, il commento del Vice Presidente Franco Marasco. (CFS)