STRAGE DELLA SOLFATARA/ Famiglia Carrer deceduta in sei minuti per l'alta concentrazione delle esalazioni sulfuree

STRAGE DELLA SOLFATARA/ Famiglia Carrer deceduta in sei minuti per l’alta concentrazione delle esalazioni sulfuree

(CFN) POZZUOLI – E’ stata resa nota la perizia dei sette esperti, tra cui dei docenti universitari, nominati dal Gip del Tribunale di Napoli, per quanto riguarda l’inchiesta della tragedia avvenuta il 12 settembre 2017 nella Solfatara. “Sono morte in meno di sei minuti le vittime e a causare i decessi dei tre turisti, Massimiliano Carrer, sua moglie Tiziana e il loro figlio di 11 anni, Lorenzo, è stato l’incremento della concentrazione di monossido di carbonio e del flusso di anidride carbonica nella Solfatara che ha un valore medio di circa 115 gradi“.  Le tre vittime caddero in una buca creatasi nel terreno. Sei persone sono indagate con l’accusa di disastro colposo, tra cui il proprietario dell’area vulcanica. Il 20 maggio si terrà a Napoli la prima udienza del processo. I dati scientifici che ora saranno acquisiti dai pm Anna Frasca e Giuliana Giuliano e dal procuratore aggiunto Giuseppe Lucantonio passeranno, poi, al vaglio del gip, (CFN)