Flash News

Studenti a scuola di Bradisismo

Studenti a scuola di Bradisismo

(CFN) POZZUOLI- Nell’ottica di preparare le nuove generazioni, che non hanno vissuto il fenomeno bradisismico, il Comune ha inteso avviare degli incontri con gli studenti sul tema “Bradisismo e rischio vulcanico”. All’incontro, tenutosi presso il Centro Operativo Comunale di Protezione Civile, hanno partecipato un centinaio di studenti degli istituti Tassinari, Pareto e Virgilio.
Al fianco del responsabile del COC di Pozzuoli Alberto de Simone il direttore dell’Osservatorio Vesuviano Giuseppe De Natale.  E’ intervenuto anche il sindaco Vincenzo Figliolia.
De Natale ha spiegato le dinamiche del fenomeno bradisismico della caldera flegrea ed illustrato la rete sismologica e di controllo del fenomeno.
Dal 2005 ad oggi, l’abbassamento del suolo si è fermato – ha detto il direttore dell’Osservatorio Vesuviano Giuseppe De Natale – ed è ricominciato il sollevamento, anche se in misura lenta e poco rilevante. In dieci anni, infatti, il suolo si è alzato di appena 28 centimetri, niente rispetto al fenomeno registrato negli anni Ottanta. Nel contempo, sono cresciute anche le attività dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, col potenziamento del personale e degli strumenti di controllo.”.
Il sindaco Figliolia ha detto che “è giusto ed importante che i cittadini siano informati e condividano il fenomeno del bradisismo e gli eventuali rischi che corre questo territorio. Il coinvolgimento degli studenti è strategico perché rappresentano il futuro e perché attraverso di loro si entra nelle famiglie e si diffondono le conoscenze. Non a caso vogliamo che questi incontri, grazie anche agli spazi e agli strumenti che la nuova sede comunale di Protezione Civile possiede, diventino frequenti e coinvolgano tutte le scuole della città.”.(CFN)