Terracciano: "Puteolana-Giugliano, sfida affascinante, vogliamo regalare una gioia ai tifosi"

Terracciano: “Puteolana-Giugliano, sfida affascinante, vogliamo regalare una gioia ai tifosi”

(CFS) POZZUOLI – La particolare sfida di Mario Terracciano. Il capitano della Puteolana 1902 incontra il suo passato, avendo militato anche con il Giugliano, in un match molto sentito per la grande rivalità tra le due tifoserie. Una partita dall’importanza vitale per le due compagini, con i diavoli rossi che devono riscattare il periodo nero, per i tigrotti c’è voglia di avvicinare il secondo posto.

Mario, domenica è una gara cruciale in un periodo dove gira tutto storto…

Purtroppo le cose provate durante la settimana non ci riescono, è un periodo che va così, nel calcio l’unica ricetta sono sempre i risultati e mancando è chiaro che manca serenità”.

Intanto avete ritrovato Ulivi, che ne pensi del cambio tecnico?

Una volta che la società ha esonerato Troise è stata la scelta più giusta, è un periodo importante ed è stato corretto dare la squadra in mano a chi già la conosceva”.

Puteolana 1902-Giugliano è la gara dell’anno per la piazza…

Sappiamo l’importanza della partita per Pozzuoli. E’ una sfida affascinante che stiamo preparando consapevoli di quanto ci tengono i tifosi e vogliamo regalargli una gioia”.

Per te è una gara particolare da ex Giugliano e da capitano dei diavoli rossi… 

E’ una sfida bella, emozionante per me. I tifosi di Giugliano sono da stimare e apprezzare, li ho conosciuti quando sono stato lì e il successo più bello è stato il rispetto che mi sono conquistato. Sono persone che rispetto, ma Pozzuoli è casa mia e voglio vivere la partita in pieno. Mi dispiace che non ci saranno i tifosi del Giugliano perchè sarebbe stata una cornice fantastica, questi provvedimenti non li capisco e non li accetto, il calcio senza tifosi non ha significato”.

La società professa come obiettivo i play off, ma il distacco è tanto. Pensi sia raggiungibile entrare nelle prime cinque?

Quello che dice la società non ci faccio caso, in campo è sempre molto dura. In questo momento dobbiamo pensare solo partita dopo partita e poi tireremo le somme”. (CFS – di ANGELO SORRENTINO)