Virtus Pozzuoli, contro Benevento vittoria ma ai supplementari

Virtus Pozzuoli, contro Benevento vittoria ma ai supplementari

(CFS) BENEVENTO – Vittoria ai supplementari per la Virtus che vince contro il Benevento 91-99, e quindi con solo 8 lunghezze di vantaggio, al Palaparente.
Una partita avvincente in cui i flegrei al 17° erano sotto di 17. Con una super terza frazione (9–25) hanno messo la testa avanti al 27° (53–59) tenendola sino alla fine rispondendo ai tentativi di rientro dei contendenti.
Primo periodo molto interessante ed avvincente. Sin dal principio sono i locali a tentare la fuga, ma i viaggianti rispondono prontamente facendo capire le loro intenzioni. Al 2° la tripla di Ucci amplia un po’ la forbice (10–5), ma Innocente impatta a quota 10 al 4°. E’ sempre il capitano ad accorciare le distanze al 9° firmando, da sotto, il momentaneo 20–19. Nel finale la cinquina di Pignalosa determina il 25–19 del 10°.
Entrambi gli allenatori pescano dalla panchina tenendo così alto il livello dell’intensità, della freschezza delle proprie squadre che lavorano bene in difesa, ma difettano di precisione in attacco. Ciò preoccupa soprattutto coach Serpico che, sul 31–23 del 14°, ricorre ad un time out. Alla ripresa un ispirato De Gregorio (7 punti) trascina i suoi fino al +14 del 16° (41–27). Ambedue le formazioni sono in bonus di falli ed i tiri liberi caratterizzano la parte finale del quarto: 4/6 per i padroni di casa, 4/5 per gli ospiti che, con le triple di Orefice e Longobardi limano il divario (47–37 al 20°) che aveva raggiunto anche le 17 lunghezze al 17°.
Ottima l’uscita dagli spogliatoi dei partenopei: difesa impenetrabile, attacco che produce con la necessaria continuità. Orsini (1), Errico (2), Luongo (2), Aprea (3) ed Innocente (3) griffano l’11–2 che riapre il confronto (49–48 al 23°) costringendo all’immediata sospensione il tecnico dei sanniti. Pignalosa (3) e Marchetti (1) costruiscono un nuovo piccolo vantaggio: 53–48 al 24°. Coach Serpico ricorre subito ad un minuto. Al rientro il quintetto piazza un  11–0 (Luongo 1, Aprea 3, Errico 4, Innocente 3) che vale il netto sorpasso: 53–59 al 27°. Anche in questo quarto entrambe le selezioni sono in bonus. I personali di Norcino (1/2), Pignalosa (2/2), Luongo (2/2) e Bastoni (1/2) fissano il 56–62 del 30°.
Bruciante l’avvio di Marchetti che riporta a contatto i biancoblù: 61–62 al 31°(5–0). I teams procedono di fatto a braccetto sino allo strappo operato da Innocente (2) e Orefice (3): 67–72 al 34°. I gialloblù sono in bonus e con Bastoni già in panchina per raggiunto limite di penalità. I personali di Balestrieri (2/2) e Pignalosa (1/2) e la tripla di Ucci riportano a contatto Benevento: 73–74 al 36°. Dall’arco bucano la retina anche  Luongo ed Orsini riportando in quota i flegrei: 73–80 al 37°. Pignalosa crede nella rimonta, ma poi a 84” dalla sirena commette il suo 5° fallo ed è costretto ad uscire (sul 77–85). Coach Parrillo sfrutta l’ulti-ma sospensione disponibile per disegnare con calma i possessi decisivi. I sanniti piazzano un 7–2 costringendo, a soli 13″ dalla sirena e sul 84-87, coach Serpico a chiamare il time out. Marchetti va a canestro dlla lunga distanza e pareggia allo scadere (87 – 87).
Si va all’overtime in cui i flegrei sono sempre al comando, seppur di poco, allungando, nel finale, con i liberi di Aprea, Orefice e Orsini (91 – 99). Per i flegrei sono 12 i punti totalizzati contro i 4 dei sanniti. Sono punti preziosi quelli raccolti in terra sannita.(CFS)

Magic Team Benevento – Virtus Pozzuoli: 91-99

Magic Team Benevento: De Gregorio 10, Norcino 3, D’Angelo 0, Marchetti 22, Ronconi 4, Pignalosa 23, Fratini G 4, Ucci 11, Balestrieri 12, Drca 2.
Coach Adolfo Parrillo
Virtus Pozzuoli: Orefice 12, Longobardi 3, Caresta ne, Orsini 11, Luongo 10, Aprea 13, Errico 11, Bastoni 1, Innocente 24, Loncarevic 8.
Coach Mauro Serpico.

ArbitriRBITRI: Antonio Marino di Avellino e Claudio Savignano di Solofra (AV)
Parziali: 25-19, 47-37, 56-62, 87-87.
Usciti per falli: Bastoni (Pozzuoli) e Pignalosa (Benevento)