Flash News

Virtus Pozzuoli, delusi ma contenti. Palumbo progetta la B

Virtus Pozzuoli, delusi ma contenti. Palumbo progetta la B

(CFN) POZZUOLI – E’ stata una partita avvincente quella disputata al Pala Del Mauro sabato sera e che ha visto il Cilento Basket Agropoli volare in serie B. C’è da dire, però, che la Virtus Pozzuoli non ha demeritato.Virtus Pozzuoli-Cilento Agropoli 2 Anzi. Una partita giocata a ritmi e prestazioni altissime che ha portato a 40 secondi dal termine le due squadre sul 76 pari e quindi con i giochi ampiamente riaperti. In venticinque secondi è successo di tutto anche se la Virtus Pozzuoli non è riuscita mai a rimontare a causa di una serie di errori certamente dettati dall’altissima tensione e responsabilità. A solo 15 secondi dalla fine l’Agropoli è avanti solo di due punti, sul 80-82, con la possibilità per la Virtus di riagguantare e terminare in pareggio per giocarsi il tutto per tutto ai supplementari. Ma non è andata così.

A 2’01” Agropoli conduceva con 8 punti sul 69-77, Orefice accorcia le distanze prima con un canestro da sotto e poi con uno da fuori portando i flegrei sul 74-77 a 1’16”. Agropoli perde palla e la Virtus ha la possibilità di rimontare ma la tensione alle stelle non consente di gestire al meglio il finale. Visnjic va freddamente a canestro riprendendo il trend positivo dei salernitani 74-79 a soli 40″, poi Trapani centra il secondo dei liberi arrotondando il risultato: 74-80 poi a canestro Visnjic 74-82 a 20″ dal termine. A 15″ un “antisportivo” ad Esposito riapre le speranze della Virtus che recupera portandosi a 80-82 a soli 11″ dal termine grazie prima ad Errico dalla lunetta e poi ad Orefice.
Un “tecnico” alla panchina salernitana riapre le speranze dei flegrei sotto solo di 2 punti. Due tiri sprecati per l’Agropoli, rimessa per Pozzuoli e fallo di Pekic a 32 centesimi di secondo chiudono le speranze dei flegrei. Nobile, inesorabile centra i due liberi inchiodando il risultato su 80-84 che assicura il passaporto per la B all’Agropoli.

Cliccando QUI l’ascolto dell’intera radiocronaca andata in onda sulle frequenze di Primaradio.

Delusi, i flegrei non hanno rilasciato dichiarazioni se non all’indomani.Virtus Pozzuoli-Cilento Agropoli - Serpico 1

Coach Mauro Serpico ha ringraziato la squadra, la società ma anche quanti hanno seguito la finale play off: “Ringrazio tutta la gente che ieri è venuta a sostenerci, a tifare per noi, seguendoci fino ad Avellino!!! Vi chiedo scusa, a tutti, per non essere riuscito a regalarvi quella vittoria che meritavate per l’affetto che avete mostrato nei nostri confronti!!!! Ringrazio i miei ragazzi, per aver disputato un campionato grandissimo, e per essere arrivati a giocarci la seconda finale negli ultimi 3 anni, significherà pure qualcosa…! Grazie a Stefano Orefice, Salvatore Errico, J.L. Lewis, Radomir Pekic, David Loncarevic, Renato Orsini, Gravina, Antonio Salzillo, Aprea, Pierluigi, Matteo De Rosa, Christian Esposito, Mario Caresta, Nicola Longobardi. Grazie a Mario Innocente, per avermi sopportato e aiutato con la tua esperienza e i tuoi consigli!!! Grazie a Michele Vaccaro sempre presente in tutto, e per la sua professionalità! Grazie a Pako Vitelli, perché senza Pasquale non si può stare!!! Grazie alla società, per non aver fatto mancare nulla è per la professionalità ancora una volta dimostrata in questa stagione incredibile! E scusate se non sono stato all’altezza e per non essere riuscito a portarvi in B!!! Spero che Pozzuoli si sia accorta di noi!!! Grazie di cuore a tutti!“.Virtus Pozzuoli-Cilento Agropoli - la consolazione

Virtus Pozzuoli-Cilento Agropoli - Fulvio PalumboUn messaggio dal quale traspare tutta l’amarezza per l’occasione mancata ma che non fa riferimento alcuno al suo futuro, che sia in serie C o in serie B qualora la Virtus sia ripescata.
La serie B, infatti, potrebbe rappresentare una “condizione” necessaria per la permanenza di Serpico a Pozzuoli ma bisognerà a questo punto vedere quale saranno i progetti della società flegrea che sembra seriamente intenzionata a disputare la serie superiore dove sarà necessario mettere in campo maggiori energie.
Intanto la società sta lavorando al ripescaggio. A giorni scadono i termini per la domanda ma per averne poi la certezza si dovrà aspettare il mese di settembre.(CFS)