Flash News

Virtus Pozzuoli, non è bastato l’entusiasmo, passa Mola, vince lo sport
Palla a due dell'incontro Virtus Pozzuoli-Mola di Bari

Virtus Pozzuoli, non è bastato l’entusiasmo, passa Mola, vince lo sport

(CFN) POZZUOLI – Un palazzetto gremito all’inverosimile ieri in occasione dell’incontro Virtus Pozzuoli-Mola di Bari, gara 2 della finale play off della serie DNC. Una partita condotta in vantaggio dai partenopei che hanno giocato senza risparmio ma che hanno ceduto proprio negli ultimi secondi. Cerano tutti i presupposti per giocare la gara 3 a Mola ma l’entusiasmo non è bastato. La maggior esperienza dei pugliesi ha fatto la differenza. Risultato finale 67-69 (25/17 – 11/12 – 20/16 – 11/24). Tre dei quattro quarti giocati con grande supremazia dagli uomini di coach Serpico. Le contromisure adottate dagli uomini di coach Dell’Edera hanno consentito un incredibile recupero con il pareggio quando mancavano solo 1’03 sul 65-65.
Nel frattempo fuori Innocente -5′ e Aprea a -1′,44 fondamentali per la Virtus. Ultimo minuto giocato ad altissima tensione con il Mola in leggero vantaggio sul 65-67 a -44″ e poi a 65-68 a -27″01. Il risultato finale, a questo punto, dipende solo da una tattica basata sui falli. Uno dei due tiri dalla lunetta andati a segno di Luongo accorciano le distanze a -14”: 66-68. Fallo dei puteolani, Teofilo in lunetta, uno dei due tiri va a segno: 66-69
Fallo dei pugliesi, due tiri per Orsini ma anche per lui solo uno va a segno: 67-69 a 5″,09 dalla conclusione. Per gli uomini di coach Serpico non resta che puntare ai supplementari: due punti sono possibili e consentirebbero di riaprire i giochi. Artiaco tenta un fallo su De Bellis ma i giudici di gara, quando mancano 4′ e 03, fischiano un’infrazione di passi. Rimette  Artiaco per Orefice incaricato di andare a canestro. Un tiro da due porterebbe al pareggio ed ai supplementari un tiro da tre ad una clamorosa rimonta e vittoria sul fil di lana ma Orefice non riesce a costruire nemmeno l’azione.
L’incontro si chiude sportivamente sul 67 a 69 e consente al Mola di aggiudicarsi il passaporto per la serie DNB.
Siamo partiti per salvarci e arrivare fino a quì, per noi, è già stata una vittoria ha dichiarato coach Mauro Serpico – C’è rammarico perché siamo stati in vantaggio per tutta la partita ma alla fine la loro esperienza ha fatto la differenza. Secondo me abbiamo regalato ma il basket è fatto così. Ci abbiamo provato fino alla fine, almeno quello”.
Al di là del risultato queste finali DNC sembra abbiano riacceso l’entusiasmo in città e l’interesse per il basket visto che il PalaErrico era gremito così come non avveniva da una quindicina di anni a questa parte.
E’ stato bellissimo riportare l’entusiasmo a Pozzuoli – continua il coach flegreo- Perdere ma uscire così, davanti a un pubblico così, e come se avessimo vinto“.
Adesso si guarda al futuro anche con un possibile ripescaggio.
Qualsiasi sia il campionato vedremo di ripartire ovviamente avendo un gruppo solido sotto – conclude Mauro Serpico – Qualsiasi sia il campionato lo affronteremo“(CFN)