Flash News

Virtus Pozzuoli, scivolone a Trani: -15

Virtus Pozzuoli, scivolone a Trani: -15

(CFS) TRANI – Giornata no per la Virtus Pozzuoli che scivola in terra pugliese contro un Trani che non concede sconti nel tentativo di agguantare i cugini del San Severo in vetta alla classifica. Inutile per i flegrei affannarsi a rincorrere i pugliesi che prendono il largo fino a dare 26 punti agli ospiti. Recupero per la Virtus fino a – 15 ma il tempo scade ed il match si chiude sul 96-81.
Avvio di gara con le due squadre che si alternano nella conduzione del risultato (8–8 al 3°), poi i padroni di casa infilano un terrificante 14–0 (Leoncavallo 7, Grimaldi 4, Onetto 2, Di Lauro 1) e volano sul 22–8. Un distacco che i viaggianti riescono solo a limare (22–16 al 10°).
Il frangente favorevole agli ospiti prosegue in apertura di secondo quarto con la tripla di Longobardi che vale il –2 all’11° (24 – 22). E’ la scintilla che scalda i locali che, in pochi possessi, allungano nuovamente: 32–22 al 12°. Nel prosieguo della frazione il divario oscilla tra le 14 (40–26) e le 6 lunghezze (40–34). Sono 9 al 20° (43–34).
L’intervallo lungo consente ai pugliesi di pianificare le mosse giuste per dare la spallata ai campani. Dall’arco dei 6,75, Corvino (2 triple), Grimaldi (1) e Onetto (1) sono cecchini infallibili e con i loro colpi ampliano la forbice sino al +20 (61–41). Con la stessa soluzione balistica Leoncavallo (1) e Mazzotta (2) rispondono a tutti i tentativi di rientro dei partenopei (79–59 al 30°).
A chiudere definitivamente l’incontro ci pensano i canestri di Corvino, Mazzotta e Grimaldi che valgono il +26 (89–63). Il prosieguo è solo garbage time.
“Non potendo raggiungere quell’obiettivo stiamo cercando di chiudere al meglio l’annata – dice coach Mauro Serpico – Vogliamo conquistare quanti più punti possibile e, finora, ricordo che nel girone di ritorno abbiamo centrato 9 successi perdendo solo in casa delle big. Tra queste ci sono i pugliesi che avevano motivazioni ben diverse dalle nostre che abbiamo lottato e ci abbiamo provato sino alla fine”.
Non è bastato perché l’incontro è stato indirizzato in maniera chiara, netta, nel terzo periodo in cui le distanze si sono dilatate sino al +20 del 30°. “In quella frazione gli avversari sono stati micidiali nel tiro da fuori – riconosce il tecnico dei gialloblù – Hanno segnato 30 punti sui 36 totali da 3. Siamo stati un po’ ‘molli’ in difesa, abbiamo concesso troppa libertà sul perimetro e contro formazioni così esperte lo paghi. Abbiamo cercato di recuperare, ma non ci siamo riusciti. I ragazzi hanno dato il massimo, senza mai mollare, sino al 40° e questo mi fa piacere.”.(CFS – CS)

Juve Trani: Corvino 12, Clemente R ne, Cancelli 3, Onetto 13, Di Lauro 7, Leoncavallo 13, Mazzilli 6, Grimaldi 20, Liso ne, Mazzotta 22.
Coach: Verile

Virtus Pozzuoli: Orefice 10, Longobardi 12, Caresta ne, Orsini, Luongo 13, Aprea 14, Errico 12, Bastoni 4, Innocente 5, Loncarevic 11.
Coach: Serpico.

Arbitri: Claudio Campanella di Santeremo in Colle (Bari) e Michela Padovano di Ruvo di Puglia (Bari)
Parziali: 22–16, 43–34, 79–59.