Flash News

Virtus Pozzuoli, vittoria ai supplementari contro la JuveTrani che sa di riscatto

Virtus Pozzuoli, vittoria ai supplementari contro la JuveTrani che sa di riscatto

(CFS) POZZUOLI – La Virtus Pozzuoli vince al PalaErrico di Pozzuoli contro una JuveTrani aggressiva e determinata. Dopo una partita sudata da entrambe le compagini, a poco meno di un minuto dalla fine Virtus sotto di 6. A time out coach Serpico punta sul pari ed i supplementari. Doppia di bomba di Orefice ed Orsini. I restanti 24″ non sono sufficienti peri pugliesi per avere la meglio. Si va ai supplementari. Dopo i primi 5′ i flegrei sono avanti di 10 lunghezze. Finale 89-79.

I cominciano bene e toccano il +5 al 2° (7–2). Quando la difesa ospite sembra prendere le misure nel pitturato agli avversari, questi sparano ben 3 bombe che valgono l +9 al 5° (16–7). Variazioni di pedine e di soluzioni difensive per coach Verile che trova il bandolo della matassa. Con Corvino la sua squadra torna sul +5 all’8° (19–14). Il time out voluto dal suo collega non produce gli effetti sperati perché la rimonta viaggiante prosegue e si chiude con la bella tripla del sorpasso di Corvino (21–22). Dalla lunetta Aprea firma il 23–22 del 10°.
I diversi schemi difensivi sono un rompicapo per il quintetto locale che fatica a trovare la via del canestro. Molto più sciolti i contendenti che muovono il punteggio con ben 5 cestisti toccando il +6 al 15° (30–36) quando l’allenatore dei campani ricorre alla sospensione. Le indicazioni fornite fruttano in fase offensiva con i partenopei che muovono più velocemente il proprio score (Errico 6, Orsini 3, Orefice 2, Luongo 2) sopperendo a qualche smagliatura di troppo difensiva. La rimonta è lenta, ma inesorabile: 43–47 al 20°.
La tripla di Onetto vale il +9 al 22° (43–52) che scuote i napoletani che piazzano un mortifero 12–0 (4 Luongo, 3 Orsini, 2 Aprea, 2 Errico) che scalda il PalaErrico. Il 54–52 del 24° fa infuriare il tecnico dei pugliesi che ricorre al minuto. Alla ripresa sale l’intensità, la determinazione, la grinta su entrambi i versanti. Aumentano anche i falli individuali per le formazioni (in bonus al 27°) che devono ragionare molto le azioni d’attacco. Alterni gli esiti delle manovre con i gialloblù che toccano il +5 al 28° (63–58). Risultato che resta bloccato per alcuni possessi prima del poker calato dagli ospiti che tornano così a contatto (63–62 al 30°).
Il trend è ancora favorevole ai viaggianti che completano il sorpasso: 63–66 al 32°. Orsini (3)  dà la scossa ai compagni (66 pari al 33°) che devono fronteggiare i 4 falli di Luongo (in panchina) ed Errico (in campo). Gli avversari non sfruttano il tecnico (per proteste) inflitto a coach Serpico (67–70 al 35°). Non ottimizzato nemmeno l’antisportivo sanzionato a Corvino (70–72 al 36°). Tensione, pathos nell’impianto di via Solfatara dove la palla pesa sempre di più. Si segna a fatica, poi ci sono gli squilli di Onetto (2) e Leoncavallo (2+1): 71–77 al 39°. L’allenatore dei gialloblù preferisce ricorrere al time out per costruire con calma gli ultimi decisivi possessi. Al rientro le bombe di Orefice e Orsini: 77 pari a 24” dalla sirena ed immediata sospensione per il coach dei contendenti. Non a bersaglio i pugliesi e si va all’over time.
Ad aprirli il 2/2 di Aprea con i gialloblù che sono molto attenti in difesa. Caricano di falli i rivali (tecnico a Corvino): 81–77 al 32°. Errico da sotto per l’83–77 del 33°. Basta ad infiammare ulteriormente i tifosi flegrei. Bastoni (2) ed Orsini (3) confezionano il +9 a 85” dal termine (88–79).

Virtus Pozzuoli: Oefice 10, Longobardi ne, Gargiulo ne, Caresta ne, Orsini 21, Luongo 8, Aprea 26, Errico 16, Bastoni 8, Innocente ne.
Coach: Mauro Serpico.

Juve Trani: Corvino 15, Clementi ne, Cancelli ne, Onetto 9, Di Lauro 10, Leoncavallo 21, Porfido, Mazzilli 4, Grimaldi 20, Liso ne.
Coach: Marco Verile.

Arbitri: Mirko Sabatino di Salerno e Fabio Pagano di Scafati (Sa).
Parziali: 23–22, 43–47, 63–62, 77 – 77
Usciti per falli: Luongo (GVP)