Basket: inizia la Supercoppa, Virtus Pozzuoli in casa di Salerno. Caresta: “Vogliamo metterci alla prova”
Mario Caresta, play della Virtus Pozzuoli

Basket: inizia la Supercoppa, Virtus Pozzuoli in casa di Salerno. Caresta: “Vogliamo metterci alla prova”

(CFS) POZZUOLI – Dopo sette lunghi mesi lontani dal parquet, domenica 11 ottobre alle ore 18:00, la Virtus Pozzuoli tornerà in campo per il suo primo impegno ufficiale della stagione 2020/2021, quello della prima gara di Supercoppa LNP che la vedrà affrontare in trasferta la Virtus Arechi Salerno. Tre gare con le altre squadre campane per una prima fase che si protrarrà fino al 25 ottobre, al termine della quale una sola delle quattro componenti del girone accederà al turno successivo.

Dopo un intenso mese di lavoro mattutino e pomeridiano, la Virtus Pozzuoli è pronta a scendere in campo per disputare tre derby di fuoco e mettersi alla prova. A presentarci la gara di domenica prossima è stato Mario Caresta, play classe ’96 cresciuto a Pozzuoli, riconfermato in maglia gialloblu dopo essere ritornato al Pala “Errico” lo scorso febbraio poco prima del lockdown.

Mario è entusiasta di essere tornato a giocare in quella che considera la sua seconda casa, con la divisa con la quale ha conquistato la promozione in B, questo sarà per lui un anno molto importante: “Quest’anno è fondamentale per me, sarà l’anno del rilancio dopo l’infortunio e a me stesso chiedo di mettercela tutta, di dare il massimo, di sudare. Sento che la società mi ha dato un’ottima opportunità visto anche il roster allestito e ripagherò le aspettative”.

Con lui abbiamo parlato anche di come si è svolta la preparazione pre-campionato e di quali sono le sensazioni quando manca davvero pochissimo al ritorno in campo, anche stavolta il riscontro è stato decisamente positivo, si intuisce la grinta di un giovane portavoce di un gruppo con tanta voglia di far bene e di migliorare: “La preparazione va molto bene, siamo partiti con la preparazione fisica un po’ in ritardo, ma questo alla fine si è rivelato un bene perché ci ha permesso di lavorare maggiormente sulla tattica. Ad una prima impressione sembra che il gruppo sia formato da due buoni quintetti con buoni realizzatori e ottimi difensori. Siamo tutti ragazzi quindi c’è affiatamento sia dentro che fuori dal campo. Adesso siamo pronti ad affrontare qualsiasi tipo di squadra perché siamo giovani e ci piace metterci alla prova, queste tre sfide ci servono per capire a che punto siamo. Personalmente sono molto ottimista soprattutto in difesa, magari dobbiamo ancora migliorare in attacco, ma comunque siamo ad un buon punto. Quest’anno il livello medio è molto alto, ogni partita sarà un ottimo campo di prova”.

Di certo non sarà una sfida facile quella di domenica contro  Salerno, la Virtus è chiamata ad affrontare subito una delle big del girone D e questo lo conferma anche Caresta: “Salerno punta a  vincere il campionato, è un’ottima squadra con Maggio in cabina di regia e Rezzano sotto canestro, sono molto fisici, sono più grossi di noi e molto più esperti, ma una cosa è parlare sulla carta ed un’altra è far parlare il campo”. La Virtus Pozzuoli affronterà la sfida con serenità cercando di trasformarla in un’opportunità per avere un primo vero riscontro della nuova formazione: “La Supercoppa, al di là del risultato, sarà un banco di prova, non bisognerà trarre troppe conclusioni. Per il campionato, invece, mi sento di promettere che ci divertiremo veramente tanto soprattutto in casa dove speriamo di avere il pubblico sugli spalti dalla nostra parte, andamento del virus permettendo”.

Davvero ottimiste ed incoraggianti le parole di Mario che lascia trapelare un’aspettativa velata da una promessa: “E perché no? Ci vediamo ai play off !”.(CFS – Martina Costantino)