Basket, la Virtus prevale sulla Scandone e chiude l’anno in bellezza
Davide Marchini, guardia della Virtus Bava Pozzuoli

Basket, la Virtus prevale sulla Scandone e chiude l’anno in bellezza

(CFS) POZZUOLI – Chiude l’anno in bellezza la Virtus Bava Pozzuoli che festeggia la splendida vittoria conquistata nel derby contro la Scandone Avellino con il punteggio finale di 83-72.

Aria di festa al palazzetto “Errico” con una calda tifoseria, sia locale che ospite, che ha fatto da cornice ad una partita bilanciata e svoltasi punto a punto per quaranta minuti. Inizialmente sono stati gli irpini a condurre la gara portandosi avanti nel primo periodo conclusosi 16-21. Pozzuoli ha impiegato un po’ di tempo a carburare, complici le assenze dei due infortunati Tredici e Picarelli, ma poi, nel secondo quarto, la squadra guidata da coach Gentile ha trovato la giusta quadra piazzando un parziale di 24-16 e andando all’intervallo lungo sul 40-37. Alla ripresa Avellino non ha lasciato gioco facile ai flegrei che, però, hanno tirato fuori la grinta concludendo anche il terzo quarto in vantaggio,58-56 al 30’, grinta che è cresciuta nell’ultimo periodo e ha portato Pozzuoli alla vittoria. Ottima la prestazione dell’intera squadra che si è impegnata a fondo per sopperire alla mancanza di due elementi del quintetto base, eccezionali gli under, in primis Massimiliano Bordi autore di 12 punti, eccellente il capitano Salvatore Errico che ha dato una scossa in momenti bui della gara portando in campo la sua esperienza, chiude a 12 punti. Come non citare, poi, Davide Marchini, tra i migliori in campo con 17 punti di cui tre triple consecutive, o Daniele Tomasello che ha fatto valere i suoi centimetri sottocanestro mettendo in difficoltà la Scandone e anche lui autore di 17 punti o, ancora, Nicola Savoldelli con 14 punti. È emerso il gruppo, è emersa la voglia di riscatto, la Virtus Pozzuoli adesso sorride in vista dell’ultima giornata di campionato contro la Pallacanestro Nardò.

A fine partita anche il tecnico Mariano Gentile ha sottolineato l’importanza di questa vittoria: “Siamo ridotti a livello di organico e, per questo, la vittoria vale il doppio. Ci siamo allenanti in otto tutta la settimana, abbiamo fatto molta fatica con due giocatori da quintetto fuori. Devo ringraziare i giovani, i nostri under: Lurini, Bordi, Nacca, Mehmedoviq perché hanno dato veramente tutto e hanno dimostrato di essere in fase di crescita e di meritare lo spazio che hanno avuto. È stata una grande prestazione di squadra; l’aver ritrovato Marchini nell’ultimo quarto, dopo uno smarrimento iniziale, è stato molto importante, ha segnato lui la partita nell’ultimo periodo. A questo devo aggiungere una prestazione difensiva corale e ancora una volta voglio rimarcare la splendida prestazione di giovanissimi che hanno dato veramente tanto”.(CFS – Martina Costantino)