Basket: sospesi tutti i campionati

Basket: sospesi tutti i campionati

(CFS) NAPOLI – Dopo la sospensione del campionato si serie B nazionale, decretata la scorsa settimana, è arrivata l’ufficialità anche per quella del campionato di serie A2 e della massima serie nazionale. Mancava solo la decisione della Federazione Italiana Pallacanestro, ma ormai era chiaro che la linea da seguire sarebbe stata questa, molti i problemi che avrebbe comportato la ripresa, primo fra tutti l’impossibilità di stabilire quando poter riprendere l’attività agonistica di preparazione atletica per poi tornare a disputare incontri. Tempi che sembravano allungarsi sempre più, necessità di rivedere le formule per la conclusione dei campionati, problema dei molti giocatori stranieri tornati in patria e, soprattutto, difficoltà nel disputare gli incontri a porte aperte cosa che non sarebbe stata gradita a nessuno.

Adesso restano tante domande: cosa succederà con l’attuale classifica? Tutto azzerato e si ripartirà a settembre, oppure potrebbero esserci sorprese nel bene o nel male per qualcuno? Quale sarà la formula dei prossimi campionati e quante squadre parteciperanno? Ma anche, quante avranno ancora la forza di continuare a certi livelli il prossimo anno? Da una nota ufficiale di Lnp si legge che, in ottemperanza a quanto richiesto dalla Fip, i rappresentanti di Lega Nazionale Pallacanestro hanno già allo studio proposte di organizzazione e gestione del campionato di serie A2 e B 2020/2021.

Allo stato attuale delle cose, se quest’anno venisse azzerato e restasse tutto invariato, la serie B partirebbe con 63 squadre, ci sarebbe, quindi, già una prima possibilità di ripescaggio per equiparare i gironi a 16 partecipanti ciascuno, arrivando alle consuete 64 partecipanti. Nel girone D resta l’amaro in bocca alla Pallacanestro Palestrina di coach Ponticiello, unica formazione dei quattro gironi ad aver subito solo due sconfitte in campionato, di contro il Basket Scauri, attualmente ultimo in classifica, potrebbe tirare un sospiro di sollievo per aver evitato la retrocessione diretta. Amaro in bocca anche per la Virtus Arechi Salerno, a soli 4 punti da Palestrina, e per Sant’Antimo che stava toccando con mano il sogno di accedere ai play off da neopromossa. La Virtus Pozzuoli, invece, dormiva sogni tranquilli essendo in zona salvezza, ma, forse, uno sprint finale avrebbe potuto anche regalare un’ottava posizione e la possibilità di arrivare alla post season. Evita i play out la Scandone Avellino, dopo quello che può considerarsi il suo anno zero, e ottiene un’altra possibilità per intraprendere la scalata che dovrà riportarla verso la serie A.

In serie A2, invece, è salva di diritto la Juve Caserta, senza passare dai play out che sperava di evitare cercando di fare meglio nella fase ad orologio, mentre la Givova Scafati non potrà raggiungere l’obiettivo play off terminando la stagione in zona neutra. Il Napoli Basket chiude il campionato da ottavo in classifica, niente play off insomma, ma, come ha dichiarato il presidente Grassi, qualora ci fosse la possibilità di salire in A, l’ipotesi verrà valutata.(CFS – Martina Costantino)