Longobardi: "Separare i sospetti ricoveri Covid dagli altri pazienti e chiarire i casi accertati"

Longobardi: “Separare i sospetti ricoveri Covid dagli altri pazienti e chiarire i casi accertati”

Riceviamo e pubblichiamo

POZZUOLI – Il Consigliere regionale Alfonso Longobardi, vicepresidente della commissione bilancio, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Ho scritto una nota urgente all’Asl Napoli 2 Nord per fare subito chiarezza sulla situazione dell’ospedale ‘Santa Maria delle Grazie’ a Pozzuoli dove pare ci sia un pericoloso focolaio che potrebbe essere stato determinato dalla mancata osservanza di protocolli e procedure ben definite per separare i sospetti pazienti Covid-19 da tutti gli altri. L’Asl deve intervenire tempestivamente per mettere in sicurezza sia la struttura sanitaria sia i medici, gli operatori, il personale sanitario, i pazienti. Non c’è tempo da perdere , non si può mettere a repentaglio la salute pubblica. Separare percorsi, protocolli e procedure per i sospetti casi di Coronavirus,  in particolare nel pronto soccorso ma anche in tutto il nosocomio , è necessario per evitare che l’ospedale diventi un luogo di contagio. Se le voci delle ultime ore fossero confermate ritengo che occorra chiudere tutte le zone a rischio così da ridurre al minimo ogni ulteriore fonte di diffusione del virus. Inoltre è opportuno che l’Asl chiarisca quanti casi ad oggi sono stati accertati e quanti tamponi sono in attesa di esito per conoscere il numero reale e completo dei casi di Coronavirus registrati presso il nosocomio flegreo“.

Alfonso Longobardi, vicepresidente Commissione Bilancio Regione Campania