Kindly, Enter your custom slider's Shortcode.
PJF, un tour musicale fra archeologia e paesaggio alla scoperta della terra flegrea

PJF, un tour musicale fra archeologia e paesaggio alla scoperta della terra flegrea

(CFN) POZZUOLI – Parte ai primi di luglio il PJF “Pozzuoli Jazz Festival” che, giunto alla IX edizione, si chiamerà per l’occasione “Pozzuoli Faber Jazz Festival”.
Quest’anno ad affiancare l’Associazione Jazz and Conversation la Faber Italia srl, un’azienda campana che produce macchine da caffè leader del settore per meccanica e design, sempre attenta ai fermenti culturali e agli eventi che li caratterizzano.
Come da tradizione, i concerti del PJF, saranno itineranti e consentiranno agli appassionati musicofili di scoprire, o riscoprire, i Campi Flegrei che con il passare del tempo offre sempre più spunti culturali in una terra fra le più ricche d’Italia dal punto di vista archeologico e paesaggistico.
Partendo dall’evento inaugurale PJF Club che si terrà al Calamoresca di Bacoli i concerti si ci porteranno a visitare l’Acropoli di Cuma, le Antiche Terme di Baia, il Castello Aragonese ma anche il Parco Cerillo e l’antica residenza vicereale realizzata da Don Pedro de Toledo.

Questo il programma dettagliato del Pozzuoli Faber Jazz Festival 2018:
5 luglio, al Calamoresca di Bacoli, Emilia Zamuner Quartet con “Omaggio a Pino Daniele”
7 luglio, all’Acropoli di Cuma – città bassa, New Talents Jazz Orchestra, diretta da Mario Corvini, special guest Stefano Di Battista
13 luglio, alla “Maison Toledo” di Pozzuoli, Dr. Jazz & Dirty Bucks Swing Band
14 luglio, alle Antiche Terme di Baia, Yamandu Costa
15 luglio, alle Antiche Terme di Baia, Ada Montellanico, con un omaggio a Abbey Lincoln, accompagnata Giovanni Falzone alla tromba, Filippo Vignato al trombone, Jacopo Ferrazza al contrabbasso e Ermanno Baron alla batteria
19 luglio, all’ “Akademia Cucina and More” di Lucrino, Lorenzo Hengeller in “Invadenze” accompagnato da Gianfranco Campagnoli alla tromba e flicorno
21 luglio, al Castello Aragonese di Baia, Enrico Intra e Joyce Yuille accompagnati da Matteo Bortone al contrabasso e Stefano Tamborrino alla batteria
22 luglio, al Parco Cerillo di Bacoli, Virginia Sorrentino Trio