Pozzuoli, sciame sismico sveglia la città: alle ore 4,59 la scossa più forte

Pozzuoli, sciame sismico sveglia la città: alle ore 4,59 la scossa più forte

POZZUOLI – Due scosse, la prima alle ore 4,41, di magnitudo 2.5 della scala Ritcher, la seconda alle ore 4,59, di magnitudo 3.1, hanno svegliato la città di Pozzuoli, gran parte dei Campi Flegrei e i quartieri napoletani di Agnano, Bagnoli, Fuorigrotta, Soccavo, Pianura questa notte. Entrambe ad una profondità di oltre due chilometri e mezzo e con epicentro nella zona tra la Solfatara e i Pisciarelli. Le due scosse fanno parte di uno sciame sismico iniziato alle ore 3,25 e ancora in atto con l’ultimo lieve sisma rilevato alle ore 7,23 di ben 27 scosse.

GENTE IN STRADA Diverse le telefonate ai centralini dei Vigili del Fuoco, dell’Osservatorio Vesuviano e delle forze dell’ordine da parte della gente. Non si segnalano per fortuna danni a persone o cose. Le persone hanno dichiarato di aver sentito prima un forte boato e, poi, successivamente i vetri delle finestre tremare. I terremoti sono stati avvertiti a Pozzuoli, Monteruscello, Arco Felice, Quarto, Qualiano ed a Napoli nei quartieri di Bagnoli, Agnano, Pianura, Soccavo, Rione Traiano, Camaldoli, Arenella, Posillipo e Napoli centro. Diverse le persone in strada nella zona dell’epicentro, mentre, a via Napoli dopo le due forti scosse si sono affacciate ai balconi molta gente. Un pescatore nella zona della darsena ha dichiarato che questa mattina si sente un forte odore di zolfo provenire dalla Solfatara.