Kindly, Enter your custom slider's Shortcode.
PROMOZIONE/ Quartograd, non basta Di Matteo: finisce 1-1 a Poggiomarino

PROMOZIONE/ Quartograd, non basta Di Matteo: finisce 1-1 a Poggiomarino

(CFS) SANT’ANTONIO ABATE – Allo stadio “Vigilante Varone” di S. Antonio Abate si affrontano, per la 15° giornata del girone B, Real Poggiomarino e il Quartograd. Motivati dalla convincente vittoria casalinga ai danni della Torrese, i flegrei hanno intenzione di portare i tre punti a casa anche contro l’ostico Poggiomarino.
CRONACA Pronti, via. I rossoblu partono subito a razzo e sfiorano il vantaggio con Capuano che, ben servito da Amoroso, fallisce clamorosamente una ghiotta occasione a pochi passi da Prete. Il pressing alto e il palleggio intenso dei flegrei inducono il Poggiomarino ad abbassare il baricentro e ad impostare con i centrali cercando spesso il lancio lungo ad innescare gli esterni. La retroguardia flegrea è attenta e attua alla perfezione la trappola del fuorigioco. L’unica azione pericolosa del Poggiomarino arriva al 25’ quando Lucarelli conclude in sforbiciata il traversone di Di Ruocco: la sfera non c’entra lo specchio ed esce a lato. La risposta del Quartograd parte dai piedi di Di Matteo: il suo calcio di punizione, da posizione defilata, sfiora il palo con Prete immobile. Si va negli spogliatoi sullo 0 – 0.
BOTTA E RISPOSTA Nella ripresa è ancora il Quartograd a fare la partita e quella che prima era una semplice sensazione al 49’ diventa realtà. Di Matteo inizia e conclude l’azione partendo dalla propria metà campo: scambio con Colesanti, dribbling nello stretto tra due avversari e mancino mortifero che spiazza Prete. 0 – 1, grandissimo gol di Marco Di Matteo. Poco dopo i flegrei hanno anche la possibilità di chiuderla ma Colesanti, dopo aver saltato Prete, non riesce a battere in rete. Al 64’ i padroni di casa trovano la rete del pareggio. L’azione è viziata da una spinta plateale ai danni di Capuano, con Lucarelli che fallosamente recupera la sfera e crossa in area di rigore: Di Ruocco controlla e calcia col destro battendo Torino, ingannato dalla deviazione con la coscia di Sorrentino.
L’ESPULSIONE L’entusiasmo dei padroni di casa è smorzato al 71’, quando Ferrara vede sventolarsi il secondo cartellino giallo. In 10 uomini, il Poggiomarino non ha la forza di affacciarsi nella metà campo avversaria. Il Quartograd continua ad aumentare l’intensità del giro palla ma il forcing finale non riesce a punire per la seconda volta i padroni di casa. Più volte i flegrei hanno la possibilità di ritornare in vantaggio ma Colesanti, prima, e Majella, dopo, non trovano lo specchio con conclusioni da fuori area. Dopo 5’ di recupero arriva il triplice fischio finale. Un pareggio che va stretto ai rossoblu per quanto visto in campo. Il Quartograd ha trovato la propria dimensione ed ha capito che può giocarsela a viso aperto con chiunque. E’ questo il verdetto finale di un girone d’andata che non ha arriso ai flegrei. Domenica, contro l’Ischia, occorrerà un’altra grande prestazione per cominciare con il piede giusto il girone di ritorno. (CFS) 
Real Poggiomarino-Quartograd 1-1
Poggiomarino: Prete, Ferrara, Nappo, Marigliano, Parlato, Cangianiello, Lepre, Savarese (69′ Amita), Crisantemo (55′ Aufiero), Di Ruocco (89′ De Rosa), Lucarelli. A disp.: Coticelli, Desiderato, Aprea, Nunziata, Auricchio.
Quartograd: Torino, Quaranta, Fiore, Amoroso, Serino, De Vivo, Sorrentino (85′ Vallefuoco), Coppola (60′ Majella), Colesanti, Di Matteo, Capuano V. (79′ Lahoz). A disp.: Gonzales, Isotti, Spadera, Caputo, Esposito, Saady.
Arbitro: Lizza di Agropoli 
Marcatori: 49’ Di Matteo, 64’ Di Ruocco
Note: Ammoniti: Torino, Di Ruocco, Fiore, De Vivo, Coppola, Colesanti, Capuano Espulsi: Ferrara per doppia ammonizione. Angoli 3-0 per il Quartograd. Recupero: 3’pt, 5’st.