QUARTO/ "Escort nelle case vicino al bivio: è uno schifo". Gli annunci sui siti d'incontri per adulti

QUARTO/ “Escort nelle case vicino al bivio: è uno schifo”. Gli annunci sui siti d’incontri per adulti

(CFN) QUARTO – “Ci sono delle escort che operano a due passi dalle nostre case e in prossimità del bivio di Quarto. E’ davvero assurdo tutto questo. Ce ne siamo accorti per il via vai di persone che abbiamo notato nelle ultime settimane. Il Comune e le forze dell’ordine devono assolutamente intervenire perché è inconcepibile una cosa del genere“. La segnalazione al nostro giornale è arrivata tramite alcune mail di persone residenti nei pressi di via Masullo, via Campana e del bivio di Quarto. La notizia purtroppo è vera e a testimoniarlo sono i vari annunci che abbiamo trovato su alcuni siti specializzati in incontri per adulti dove donne ma anche trans svolgono il mestiere più antico del mondo.

GLI ANNUNCI “Angy a Quarto ti aspetta”, “E’ arrivata trans Monica a Quarto”, “Carla, la napoletana stratosferica e prosperosa a Quarto”, “Laura milf napoletana, foto reali, regina dei giochi piccanti a Quarto”, “Novità assoluta, favolosa e completissima milf napoletana maestra del piacere e della seduzione a Quarto”. Questi sono alcuni degli annunci che basta inserire come sono scritti su Google e il motore di ricerca subito indirizza alla pagina del sito di annunci per adulti con tanto di book fotografico naturalmente e il numero telefonico a cui chiamare per mettersi d’accordo e fissare l’appuntamento. “Pronto, amore sono io quella della foto non ci sono fregature, mi trovo a Quarto nei pressi del Centro Commerciale, quando arrivi lì mi richiami”, la voce calda dall’altra parte della cornetta. Poi, come una sorta di tom tom ti conduce fino all’uscio del suo alcova di piacere. La escort, poi, elenca il suo menù con tanto di prezzi e tempo che ti dedicherà. “E’ uno schifo che tutto ciò avvenga tra le nostre abitazioni e in maniera a volte molto eloquente con il via vai di uomini a tutte le ore della giornata – concludono i residenti -. Le istituzioni e le forze dell’ordine devono intervenire al più presto“. (CFN)