Sfida ai carabinieri da parte autori festa trash, Borrelli: "Criminali da isolare e controllare"

Sfida ai carabinieri da parte autori festa trash, Borrelli: “Criminali da isolare e controllare”

POZZUOLI – La vicenda degli scellerati festeggiamenti avvenuta a Pozzuoli, in zona via Napoli, si è conclusa con l’arrivo di due pattuglie dei Carabinieri che ha tentato di ripristinare l’ordine. Purtroppo neanche l’intervento delle forze dell’ordine è riuscita a sedare gli animi.

BORRELLI Noi qui non possiamo mangiare, in qualche modo dobbiamo pur sfogarci altrimenti dobbiamo scendere e andare a fare le rapine” – sono state le parole pronunciate da chi non ha gradito l’intervento dei carabinieri. Le parole sono state accompagnate da uno scroscio di applausi.
Sono comportamenti e mentalità tipici dei criminali e di chi vuol restare confinato nella propria ignoranza ed inciviltà. Ma che razza di ragionamenti sono questi? La povertà spinge a mettere in pericolo le altre persone e a fregarsene del prossimo? Abbiamo chiesto che queste persone vengano messe in isolamento dall’Asl Napoli 2, poiché hanno innalzato notevolmente le probabilità di aver contratto il virus, ma dopo queste dichiarazioni criminali esse vanno sorvegliate strettamente affinché non diventano pericolose per la comunità con i loro atti irresponsabili e criminali. Gente simile non può far parte del vivere civile. Con la scusa della fame stanno cercando di giustificare l’illegalità e la criminalità diffusa. Mentre i trogloditi festeggiavano per strada, in barba ai decreti di sicurezza, tra la cittadina puteolana ed il confinante comune di Quarto si registravano altri 6 casi di Coronavirus. In tutto, nell’area flegrea, i casi di Covid-19 sono 28”, ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.