BACOLI/ Morto Biagio Carannante, il sub che il 5 marzo aveva portato Alberto Angela alla scoperta di Baia Sommersa

BACOLI/ Morto Biagio Carannante, il sub che il 5 marzo aveva portato Alberto Angela alla scoperta di Baia Sommersa

(CFN) BACOLI – Il 5 marzo scorso aveva accompagnato Alberto Angela con la sua barca “Ulisse” e con il figlio Samuele alla scoperta dei tesori di Baia Sommersa. Biagio Carannante, 72 anni, originario di Bacoli e noto sub dei Campi Flegrei è morto ieri pomeriggio colpito da un malore a Rapallo dove stava lavorando sul porto Carlo Riva. Sub molto esperto con il figlio Samuele era il titolare della ditta Marine Sub Sas, con la quale svolgeva il monitoraggio e la ricerca sui fondali per individuare la presenza di ulteriori rottami e relitti, conseguenti alle violente mareggiate dello scorso ottobre che devastarono il porto di Rapallo. Alberto Angela aveva scelto proprio la sua barca per riprese ed esplorazioni, ultima delle quali in onda il 12 marzo scorso su “Meraviglie – La penisola dei Tesori”, lungo i Campi Flegrei, nella straordinaria città sommersa di Baia. La città di Bacoli è rimasta sconvolta dalla notizia e si è stretta attorno alla famiglia. Il 72enne aveva compiuto un’immersione prima di essere colpito da un malore che l’ha stroncato, indossava la muta ma era tornato sul pontile prima di accasciarsi al suolo, ucciso presumibilmente da un infarto. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri e la Guardia Costiera. La salva è stata messa a disposizione del magistrato che ha chiesto l’esame autoptico per approfondire le causa del decesso del 72enne. (CFN)