BASKET/ La Virtus resiste solo metà gara, poi, sparisce dal campo

BASKET/ La Virtus resiste solo metà gara, poi, sparisce dal campo

(CFS) POZZUOLI – La partita degli orrori, sembrava il 31 ottobre sabato sera al palazzetto “Errico” e non soltanto per il risultato poco felice ottenuto dalla Virtus Basket Pozzuoli, sconfitta dalla Pallacanestro Palestina con il punteggio di 72-92. Una gara andata per le lunghe e non a causa dei tempi supplementari che avrebbero prolungato l’agonia di Pozzuoli, ma per gli svariati imprevisti accaduti. Si parte dal clima letteralmente glaciale (come il punteggio), raffiche di vento che hanno preparato lo scenario a diverse interruzioni della partita: mal funzionamento dell’impianto di illuminazione poco dopo l’inizio del secondo quarto, il quarto interminabile perché, a circa un minuto dal termine, una schiacciata di Thiam ha mandato in frantumi il tabellone del canestro. Da questo momento in poi la Virtus è sparita dal campo, infatti, se nei primi due quarti Pozzuoli ha reagito benissimo mostrando grinta e mettendo anche in difficoltà gli ospiti in alcuni momenti, dopo l’intervallo lungo la prestazione flegrea è stata un continuo calare. Buoni i punteggi nei primi 20 minuti di gioco (24-26 e 47-48), si è arrivati anche ad un + 9 dei locali, ma poi negli ultimi due quarti i punti realizzati da Pozzuoli sono stati soltanto 25 contro i 44 della Pallacanestro Palestrina. Impossibile vincere le partite così, troppi i falli commessi dai locali, pessime le percentuali nel tiro dalla distanza e poca coordinazione in campo. Pozzuoli è stata penalizzata anche dall’uscita di Carrichiello e Tessitore per aver commesso 5 falli, ma, certamente, non è stato questo il motivo della disfatta, troppi errori, troppe concessioni agli avversari e poco gruppo, quello che, invece, era stato fondamentale per la vittoria contro Battipaglia della scorsa settimana. Nonostante l’uscita anticipata, Carrichiello e Tessitore si posizionano tra i migliori realizzatori della gara, rispettivamente con 17 e 13 punti, a cui si aggiungono i 14 di Thiam. Palestrina, al contrario, è partita un po’ sottotono, ma è stata molto brava ad approfittare della tensione che si era creata all’ “Errico” e ha sfruttato le pause forzate per puntualizzare alcuni aspetti del gioco e ritornare in campo in modo completamente diverso e molto più aggressivo, caratteristica del loro gioco di squadra. A guidare la formazione di coach Ponticiello, Rossi con 20 punti, Rizzitiello con 19, Beretta con 16, Carrizo con 11, Morici con 10 e, da non sottovalutare, poi, le tre triple consecutive di Rischia che hanno messo un punto alla gara. (CFN di MARTINA COSTANTINO)

VIRTUS POZZUOLI – PALL. PALESTRINA 72-92

Virtus Pozzuoli: Tessitore 13; Carrichiello 17; Errico 2; Dimarco 8; Bini 8; Conforto n.e; Longobardi 4; De Ninno; Thiam 14; Mehmedoviq 6; Denadic; Di Domenico n.e. All. Gentile

Pall. Palestrina: Ochoa; Carrizo 11; Rizzitiello 19; Rischia 9; Rossi 20; Pochini; Banchi 4; Cecconi; Beretta 16; Fiorucci 3; Morici 10; Mattei. All. Ponticiello

Parziali: 24-26; 47-48; 58-72; 72-92.

Arbitri: Di Franco Mirko di Bergamo e Fusari Roberto di Pavia.