Tragedia evitata in Tangenziale, 80enne con auto contromano, fermato da un motociclista e dalla polizia

Tragedia evitata in Tangenziale, 80enne con auto contromano, fermato da un motociclista e dalla polizia

(CFN) POZZUOLI – Una storia a lieto fine, grazie al tempismo di un motociclista e l’intervento congiunto di una volante del Commissariato di Pozzuoli,  in transito in Tangenziale e di una  pattuglia della Sottosezione della Polizia Autostradale di Fuorigrotta.

IL FATTO Gli agenti della Polizia Stradale, allertati dal Centro Operativo Autostradale, stamane, a tutta velocità, sono intervenuti in Tangenziale dove un  80enne, alla guida della sua autovettura Hyundai, dopo aver percorso lo svincolo di Italia ’90, che da Agnano si collega alla Tangenziale di Napoli in direzione di Fuorigrotta, a seguito di un momento di smarrimento, ha imboccato contromano la Tangenziale. L’anziano, uscito dallo svincolo, invece di proseguire in direzione di Fuorigrotta, ha invertito il senso di marcia della sua autovettura, iniziando la marcia in terza corsia  contromano. Un medico 53enne, che viaggiava a bordo della sua moto in corsia opposta, notata la scena, si è spostato in terza corsia, tentando di segnalare agli automobilisti, provenienti dal senso opposto al suo, l’imminente pericolo. Il professionista, dopo aver accostato la sua moto al guard rail che separa le due carreggiate, ci è salito sopra in modo da segnalare con le braccia gli ignari automobilisti la presenza dell’anziano, oltre a fargli cenno a quest’ultimo di fermarsi.  In quel frangente era in transito una Volante del Commissariato di Pozzuoli che, notato l’accaduto, si è fermata poco distante, contemporaneamente, una pattuglia della Sottosezione della Polizia Stradale di Fuorigrotta, in servizio sull’A/56,  si era già prodigata nel  bloccare il traffico veicolare prima che i veicoli giungessero sul luogo. Dopo l’incidente analogo avvenuto ieri in A2, si sono vissuti momenti di tensione e tanta paura tra gli automobilisti che, grazie al tempismo della Polizia di Stato ed al rapido intervento del motociclista, che ha rischiato in prima persona, hanno impedito gravi conseguenze. (CFN)