Il movimento Uniti per Pozzuoli rompe con Figliolia e critica la futura programmazione amministrativa
Filippo Monaco

Il movimento Uniti per Pozzuoli rompe con Figliolia e critica la futura programmazione amministrativa

(CFN) POZZUOLI – Non si aspettava altro che l’ufficiale apertura delle “ostilità” da parte della civica puteolana “Uniti per Pozzuoli” dopo la revoca, da parte del sindaco Vincenzo Figliolia, delle deleghe all’assessora all’istruzione Annamaria Attrice in quota per la maggioranza di governo nella città flegrea e la risposta netta del segretario Filippo Monaco al provvedimento.

Con una nota che non lascia dubbi e proietta il movimento civico alle prossime elezioni “Il direttivo del movimento ‘Uniti per Pozzuoli’, – si legge in una nota diffusa – alla luce degli ultimi avvenimenti politici che hanno coinvolto il nostro assessore e il segretario politico, ha approvato all’unanimità il seguente documento.
Prendendo atto della revoca dell’incarico alla professoressa Annamaria Attore, assessore alla Pubblica Istruzione, riteniamo si sia rotta la maggioranza di cui il nostro movimento è stato protagonista con estrema lealtà.
Nel ringraziare l’assessore per lo spirito di abnegazione, per le competenze dimostrate profuse nella gestione delle sue importantissime deleghe, il movimento ribadisce, comunque, di aver condiviso il percorso amministrativo dell’attuale giunta. Tuttavia ribadiamo che le distanze prese dal nostro gruppo consiliare sono legate alla nuova fase programmatica e politica che non si basa su una programmazione condivisa ma è solamente impostata sulla scelta di un candidato a sindaco “nominato” da Figliolia, il quale vorrebbe intraprendere un percorso senza che ci sia un contraddittorio libero e democratico.
– continua la nota del movimento – Questa manovra, ambiziosa, noi non la possiamo consentire: non per infantilismo politico, non per capriccio, né tanto meno per presunzione, ma nell’interesse supremo della nostra città.
Riteniamo che la democrazia sia un elemento indispensabile e irrinunciabile per una gestione amministrativa fatta nel solo interesse di tutelare il bene pubblico a vantaggio di tutti i cittadini. Non si può chiedere alle componenti politiche della coalizione una partecipazione al tavolo programmatico con il solo compito di alzare la mano.
Si invitano –
si legge infine in calce alla nota diffusa dal movimento – pertanto tutte le forze democratiche e libere di Pozzuoli a contrastare qualsiasi disegno politico che non sia frutto di un sano e costruttivo confronto. Un confronto che deve essere suggellato da decisioni condivise nel rispetto delle regole che sono alla base di una gestione democratica dell’azione politica.“.(CFN)