Basket| La Virtus Pozzuoli celebra la salvezza e saluta un altro anno di serie B. Il bilancio della stagione

Basket| La Virtus Pozzuoli celebra la salvezza e saluta un altro anno di serie B. Il bilancio della stagione

(CFS) POZZUOLI – Si è svolta nella suggestiva location del ristorante “Varca d’Oro” la cena di fine anno della Virtus Pozzuoli che ha celebrato la salvezza, conquistata al Pala Del Mauro battendo 3-0 la Scandone Avellino.

A poco meno di una settimana dalla fine della stagione, il Presidente Giovanni Niero e il Direttore Generale Fulvio Palumbo hanno riunito staff dirigenziale, tecnico e giocatori per festeggiare la conclusione di una stagione diversa dalle solite in primis per le restrizioni dovute al Covid. È stato un anno stancante sotto molti punti di vista, vissuto sempre con la paura di un’interruzione dei campionati o di casi di positività. Pozzuoli ha toccato con mano la difficoltà di non avere giocatori disponibili per le partite e il primo merito da fare agli atleti e agli allenatori è proprio quello di essere riusciti a ricominciare da zero dopo le numerose positività, svolgendo un duro lavoro in campo e in palestra.

A livello di risultati la Virtus non ha centrato l’obiettivo della salvezza diretta, sfuggito a causa di un paio di errori di troppo, ma anche per alcune vicende sfortunate come l’infortunio di Kushchev. Proprio per ovviare alle difficoltà la società ha provveduto più volte a rafforzare il roster, prima con l’ingaggio di Forte, poi con quello di Gueye ed infine con l’arrivo di Cecchetti per potenziare il comparto lunghi ed evitare la retrocessione. Un innesto c’è stato anche in panchina con l’arrivo di Valerio Spinelli il cui contributo non è stato soltanto tecnico, ma anche motivazionale e coesivo. Insomma la Virtus ha dimostrato di tenere alla serie B e di non avere alcuna intenzione di lasciarsela sfuggire dopo i tanti sacrifici fatti per conquistarla. La stagione non è certo stata delle più semplici, oggi, però, Pozzuoli sorride essendosi garantita la permanenza in B per un’altra stagione e ci sono i ringraziamenti dei giocatori alla società e quelli della dirigenza agli atleti per aver sempre dimostrato impegno e dedizione. Un ringraziamento anche al pubblico che non ha potuto presenziare fisicamente al palazzetto, ma non ha mai fatto mancare il suo sostegno dimostrando che la città vuole la Virtus e la serie B.

E allora finisce una stagione e si inizia a pensare alla prossima dicendo arrivederci al prossimo anno.(CFS – Martina Costantino)