Puteolana, il Real Aversa condanna i flegrei alla retrocessione

Puteolana, il Real Aversa condanna i flegrei alla retrocessione

(CFS) AVERSA – Ormai anche la matematica emette il suo spietato ma scontato verdetto. La Puteolana 1902 dopo la sconfitta odierna ad Aversa ritorna dopo appena un anno nell’inferno del massimo campionato regionale. I granata dopo i pareggi consecutivi casalinghi con Sorrento e Brindisi si sono trovati in una situazione di classifica disperata dove la sicurezza della salvezza non dipendeva solamente dalle proprie forze. L’avversario di oggi , il Real Agro Aversa, inoltre aveva urgente bisogno di punti per non trovarsi all’ultima giornata in piena lotta per la salvezza.

La gara inizia con i locali che con un pressing a tutto campo cercano di incutere timore reverenziale ai flegrei. Al 4’ i flegrei eludono il pressing ma Guarracino spreca l’assist vincente per Celiento facendosi intercettare la sfera da un difensore normanno. L’Aversa fa la partita ma non si rende pericolosa. Al 12’ Messina realizza di testa ma la rete viene annullata per la sua posizione di fuorigioco segnalata dal guardalinee. I flegrei si riaffacciano in attacco al 18’ grazie ad un tiro dal limite di Celiento servito da Fibiano intercettato in tuffo dal portiere Papa. Alla mezz’ora grande parata del portiere Romano che devia in corner un’incornata di Messina su cross di Chianese. Vicinissima al vantaggio la Puteolana al 37’ con Festa che da fuori area lascia partire un fendente che incoccia la parte alta della traversa. Il tempo si chiude a reti bianche.

La ripresa il tecnico di casa inserisce subito Ziello al posto di Massaro e si rivelerà la mossa vincente. I normanni partono decisi a sbloccare la gara con Faella al 2’ ma il suo tiro viene respinto in corner. Al 6’ tempestiva uscita bassa di Romano che ferma l’accorrente Ndiaye ben lanciato da Gallo. Al 17’ si sblocca la gara con Ziello che con una bella conclusione dai 25 metri supera l’estremo difensore granata al fil di palo. La Puteolana cerca di riportarsi in partita inserendo forze fresche in avanti come Bellante e Dublino ma non riesce a rendersi pericolosa se non con un tiro al lato di Catinali al 21’. Messina dopo due minuti fallisce il raddoppio mandando alle ortiche un tiro da buona posizione. Al 43’ un tiro di Chianese viene ribattuto con la mano in area da Armeno e l’arbitro decreta la massima punizione realizzata dallo stesso spiazzando Romano. L’arbitro poi espelle Chianese per doppia ammonizione per l’eccessiva esultanza. I flegrei riescono poi in pieno recupero a realizzare la rete della bandiera con Dublino che appoggia facilmente in rete un assist di Ragosta.

La gara termina con la Puteolana che saluta mestamente la serie D dopo un anno travagliato con Casapulla e Guarino che hanno tradito le attese di una piazza storica  ed in cerca di riscatto.(CFS – L. P.)

Real Agro Aversa: Papa (’02), Ndiaye, Della Corte, Cassandro, Varchetta, Massaro (’01), Faiello, Gallo, Messina (’00), Chianese (’01), Faella. A disp. Casillo (’02), D’angelo (’00), Capone (’00), Mariani (’01), Avella, V. Palumbo, Ziello (’99), Guglielmo, Negro. All. De Stefano.

Puteolana 1902: Romano (‘02); Zingaro (’00), Armeno, Catinali, Basso, Riccio S., Festa (’99), Fibiano (’01), Guarracino, Lauria, Celiento. A disp. Riccio V., Massa (’01), Marigliano (’99), Sardo, Autieri (’01), Bellante, Ragosta, Piccolo (’02), Dublino (01). All. Ciaramella squal. (In panch. Iodice)

Arbitro: Cianci ( Carrara).

Angoli: 7-1 per il Real Agro Aversa

Ammoniti: Zingaro (P), Chianese (R. Av.), Gallo (R. Av.), Basso (P), Armeno (P).

Espulso : 88’ Chianese (R. Av) per doppia ammonizione.

Marcatori: 62’ Ziello (R. Av.), 88’ Chianese su rig. (R. Av.), 95’ Dublino (P).