Puteolana, al Conte contro il Lavello alla ricerca dei punti
La panchina della Puteolana e mister Ciaramella - Photocredit@GinoContePhtographer

Puteolana, al Conte contro il Lavello alla ricerca dei punti

(CFS) POZZUOLI – I diavoli rossi reduci da tre sconfitte consecutive con 9 reti totali subite affrontano al Domenico Conte i lucani del Lavello, terza forza del girone H, con l’attacco più forte del campionato con le 44 reti realizzate. La squadra gialloverde, allenata dal figlio d’arte, Karel Zeman, che ha ispirato la sua filosofia di gioco proprio da suo padre Zdenek, è la vera rivelazione del campionato offrendo quasi sempre ottime prestazioni dal punto di vista della spettacolarità del gioco. In attacco Liurni e lo spagnolo Pablo Burzio stanno segnando a raffica mettendo in evidenza una buona intesa tra loro. La Puteolana 1902 dal canto suo recupererà Gennaro Armeno, dalla lunga squalifica, che dovrà portare esperienza e segno d’appartenenza per poter superare questo delicato momento. La società continua nel suo silenzio stampa per cercare di far quadrato e non lasciarsi influenzare dalle polemiche che si sono acuite nell’ambiente flegreo con le dimissioni del Presidente Guarino nel dopogara contro il Molfetta.

Nel corso della settimana indiscrezioni hanno portato altra testata a pubblicate la notizia di una Puteolana in crisi profonda all’indomani di una esternazione del presidente Guarino dichiaratosi dimissionario al termine della partita contro il Cerignola, e, successivamente, di un altrettanto dimissionario allenatore. Ci risulta, invece, che all’indomani della ennesima sconfitta mister Ciaramella abbia avuto un profondo chiarimento con la sua squadra ricevendo piena ed incondizionata fiducia.
La notizia della crisi profonda della Puteolana ha portato la società ad una limitazione degli accrediti stampa fino alla mancata concessione degli stessi ad alcuni giornalisti. Un tale atteggiamento societario, oltre ad essere stigmatizzato dalla nostra testata, non contribuisce a mantenere un clima sereno nei rapporti fra società e organi d’informazione con inevitabili ripercussioni anche sulla tifoseria. L’auspicio è che la società del presidente Guarino riconsideri la propria posizione rispettando il diritto d’informazione adoperando, quando ne ricorrano i presupposti, lo strumento della richiesta di smentita e non strumenti censori o di limitazione della libertà di stampa.(CFS)