Sulla Tangenziale con la cocaina nella scarpa, 3 denunce della Polizia al casello Astroni

Sulla Tangenziale con la cocaina nella scarpa, 3 denunce della Polizia al casello Astroni

POZZUOLI – Circolava sulla Tangenziale di Napoli in violazione del decreto ministeriale sul Coronavirus: un 44enne di Giugliano nascondeva cocaina in una scarpa. Denunciato con altre due persone.

I FATTI Continua l’attività di vigilanza sulla Tangenziale di Napoli finalizzata alla verifica del rispetto delle prescrizioni imposte con i recenti decreti ministeriali volti al contenimento della diffusione del coronavirus. Ieri pomeriggio gli agenti della Sottosezione Polizia Stradale di Fuorigrotta e del Distaccamento Polizia Stradale di Nola, alle dipendenze della Sezione Polizia Stradale di Napoli, durante i controlli effettuati presso la barriera degli Astroni, hanno notato una Fiat Panda il cui conducente ha arrestato la marcia prima del pagamento facendo scendere due passeggeri e cercando di eludere i controlli. Prontamente, gli agenti li hanno raggiunti a piedi e li hanno bloccati.

COCAINA NELLA SCARPA I tre uomini, tra i 45 ed i 42 anni, residenti a Giugliano, non avevano con sé alcuna autocertificazione e hanno riferito agli agenti di essersi recati a Napoli, quindi fuori dal comune di residenza, per una passeggiata perché stanchi di stare a casa. Pertanto, gli stessi sono stati invitati a compilare le autodichiarazioni di rito in cui hanno confermato le dichiarazioni rese oralmente. Inoltre, poiché hanno mostrato  una particolare inquietudine al controllo ed evidenti segni di insofferenza,  i poliziotti li hanno controllati e hanno rinvenuto due involucri contenenti cocaina, occultati nella scarpa destra di uno dei tre, sotto la pianta del piede.

TRE DENUNCE A seguito di tali eventi, i tre sono stati sanzionati ex art. 4 D.L. 19/20, per la violazione delle misure restrittive anti Covid in materia di mobilità delle persone, commessa con utilizzo di un veicolo, per la circolazione a piedi sulla carreggiata e denunciati in stato di libertà ex art. 483 c.p. per falsità ideologica commessa da privati in atto pubblico. Inoltre, il 44enne è stato sanzionato per la violazione amministrativa ex art. 75 del D.P.R. 309/90 per detenzione di stupefacenti per uso personale. Infine, il conducente è stato sanzionato per la guida con patente scaduta dal 2018, per la mancanza al seguito della stessa e per inottemperanza all’alt.